DICHIARAZIONI

Manolo Blahnik: "Scarpe 'high street', perché no?"

Manolo Blahnik in vena di confidenze. Dopo aver dichiarato di "non ricordare" attrici come Anne Hathaway e Amanda Seyfried, ora parla del suo lavoro. Rivelando di essere attratto dal segmento "lower price".

 

In un'intervista a vogue.co.uk, l'iconico designer di calzature afferma infatti che non gli dispiacerebbe collaborare con uno store di impronta "high street" e che, addirittura, potrebbe trovare "esaltante" cimentarsi in questo tipo di collezione. "Se qualcuno mi facesse una proposta in tal senso e mi piacesse davvero, perché non dovrei farlo?" commenta, precisando che non sarebbe questione di business, ma che lo intrigherebbe una sfida in un ambito per lui non abituale.

 

Nei giorni scorsi Blahnik - che nonostante i 70 anni è ancora molto attivo (ha collaborato, per esempio, con il British Fashion Council in occasione dell'ultima edizione della London Fashion Week) - non si è trattenuto dal dire la sua su un evento che spesso ha visto sotto i flash dei fotografi anche le sue creazioni, la cerimonia degli Oscar.

 

In particolare, non è stato tenero con Anne Hathaway, vincitrice della statuetta come migliore attrice non protagonista nel film "Les Misérables". "La Hathaway? - ha detto a Interview Magazine -. Carina, sì. Meravigliosa attrice, sì. Ma proprio non me la ricordo. Lara Flynn Boyle e Sherilyn Fenn in 'Twin Peaks', loro sì che erano favolose: ragazze della vecchia scuola, come del resto Liz Taylor". Anche su Amanda Seyfried, a sua volta nel cast della pellicola diretta da Tom Hooper, Blahnik è stato tranchant: "Non la conosco. E poi sono tutte uguali!".

 

 

stats