DICHIARAZIONI

Oliviero Toscani si iscrive al Pd: «Mi piace salire sul carro dei perdenti»

A 76 anni appena compiuti Oliviero Toscani (nella foto durante la recente mostra fiorentina Non fate i bravi) è più combattivo che mai: impegnato nel ritrovato sodalizio con Luciano Benetton, annuncia che si iscrive al Pd, come ha già fatto nei giorni scorsi Carlo Calenda. «Penso al partito di Majakóvskij - dice - non certo a quello di Renzi».

 

In diverse interviste rilasciate a testate ed emittenti radiofoniche Toscani ha affermato di voler fondare il «partito vero comunista, ma non quello dei comunisti che hanno imbrogliato, "suicidando" il grande poeta russo, un uomo di visione. Insomma, il mio sogno è dare vita al partito Majakóvskij».

 

«Mi piace salire sul carro dei perdenti» ha ironizzato e, sempre scherzando ma non troppo, ha ammesso che non disdegnerebbe di fare il segretario del Pd, «dopo i danni che ha fatto Renzi».

 

Tace invece l'amico Luciano Benetton, che ha già molto da fare per rimettere in sesto la sua azienda e quindi in teoria non avrebbe tempo per la politica. Ma mai dire mai: lo scorso ottobre, in occasione del Referendum sull'Autonomia in Veneto e Lombardia, l'imprenditore è sceso in campo criticando l'iniziativa e scatenando una ridda di polemiche. 

 

 

stats