Dati preliminari

Quarto anno consecutivo di forte crescita per Prada

I ricavi annuali di Prada sono cresciuti del 9% a 3,6 miliardi di euro (+13% a cambi costanti e +7% a parità di store). Il gruppo del lusso è salito dell'11% in mercati come l'Asia-Pacifico e le Americhe.

 

Nonostante il rafforzamento dell'euro e la congiuntura sfavorevole, il gruppo quotato a Hong Kong ha registrato un aumento del 5% sul mercato europeo.

 

A doppia cifra la performance del brand Prada (+11% e +16% a cambi costanti), mentre Miu Miu (+1% e +6% a cambi costanti) e Curch's (+3% a parità di valute) procedono a cifra singola. In flessione Car Shoe, a causa delle deludenti performance del canale wholesale.

 

Nell'esercizio il gruppo ha aperto 79 nuovi store raggiungendo la vetta dei 540 negozi gestiti direttamente (330 Prada, 150 Miu Mu, 52 Church's e 8 Car Shoe).

 

 “Il 2013 - commenta Patrizio Bertelli, a.d. di Prada Spa - è stato il quarto anno consecutivo di forte crescita. In un contesto sfavorito dalla volatilità dei cambi e dalla perdurante congiuntura negativa in Europa, abbiamo mantenuto un trend tra i più elevati del settore e abbiamo continuato con coerenza a perseguire i nostri obiettivi di sviluppo retail. Abbiamo inoltre avviato in Italia un programma di investimenti per il potenziamento delle strutture produttive e per la formazione delle risorse umane, finalizzato al continuo miglioramento della qualità e alla crescita della cultura industriale". "Gli investimenti - prosegue - uniti alle importanti iniziative di marketing a sostegno dell’immagine dei nostri brand, ci consentono di guardare con fiducia a ulteriori progressi nel 2014. La presenza su tutti i mercati del network retail, la nostra leadership in termini di creatività e innovazione e la forza dei nostri brand costituiranno i presupposti su cui basare le nostre future strategie" (nella foto di Steven Meisel, il womenswear Prada primavera-estate 2014).

 

stats