Dichiarazioni

Armani: «Compio 80 anni, ma non mollo»

«Per chi se lo stesse chiedendo, non ho alcuna intenzione di mollare»: parola di Giorgio Armani, che si prepara a compiere 80 anni e a festeggiare 40 anni dalla fondazione del suo marchio. In un'intervista di Paola Bottelli su Il Sole 24 ore, lo stilista spiega che «il doppio anniversario è un traguardo importante, che unisce il personale e il professionale». E annuncia l'acquisizione del restante 50% di A/X Armani Exchange, 270 negozi e 3mila dipendenti, «primo marchio globale del fast fashion italiano».



«Ho ancora grande energia - si legge - e i miei progetti per il futuro sono concentrati sulla creatività delle collezioni così come sulla strategia globale». «Coltivo sempre, però, il mio team - dice Armani - per assicurare la necessaria continuità all'azienda».



Per quanto riguarda l'Italia, secondo lo stilista, «non basta puntare su una ripresa solo a livello economico. Si tratta anche e soprattutto di investire di nuovo nella cultura, nel territorio e nel patrimonio unico del nostro Paese: è così che incoraggeremo l'arrivo di turismo più qualificato dall'estero e daremo nuove opportunità e nuovo entusiasmo alle giovani generazioni».


Dal punto di vista finanziario lo stilista parla con grande soddisfazione dei conti 2013. L'anno scorso il gruppo ha registrato un nuovo al record di ricavi (2,186 miliardi di euro, in crescita dell'8,3% a cambi costanti), di redditività (l'Ebit è a 401 milioni di euro, +18,2%, con un'incidenza del 18,4% sul fatturato) e di liquidità, circa 700 milioni, dopo investimenti patrimoniali per cento milioni.

 

 

 

 

stats