Dichiarazioni

Enzo Fusco: «Per C.P. Company una chance imprescindibile, nel solco della continuità»

Interpellato da fashionmagazine.it a proposito della vendita al gruppo Tristate, Enzo Fusco ha dichiarato: «Con i tempi che corrono non potevo più permettermi di aspettare. Tristate darà a C.P. Company una chance incredibile: un gruppo quotato a Hong Kong, con oltre 900 store in Cina e collaborazioni con griffe come Burberry e Hugo Boss, che potrà affrontare i giusti investimenti per il rilancio del brand».

 

«C.P. Company cresceva troppo lentamente. Nel 2014 il giro di affari era di 9 milioni di euro, in crescita a 10 nel 2015, di cui l'80% realizzati all'estero - rivela Fusco -. Ma le spese erano altissime. E io non potevo più affrontarle con una struttura come la mia. Ho investito per quasi sei anni ma tutto ha un limite».

 

E ha proseguito: «Tristate, al contrario, è un gruppo con la capacità finanziaria di fare grandi investimenti e aprire nuovi negozi. In più ha voluto dare continuità alla label, che farà capo a un polo produttivo nel vicentino e che continuerà ad avvalersi della collaborazione di Stefano Polato, con il ruolo di direttore prodotto, di Paul Harvey e Alessandro Pungetti alla regia stilistica. Con due new entry italiane: «Massimiliano Tosi nel ruolo di presidente e Lorenzi Osti, che si occuperà del marketing».

 

«Io stesso - conclude - affiancherò il nuovo team per le prossime due stagioni al fine di rendere più fluido il passaggio di proprietà».

 

stats