Dichiarazioni

Massimiliano Bizzi: "Oggi in Italia è possibile fare impresa"

White andrà in pista, dal 21 al 23 settembre prossimi, in una città dove "si respira energia nuova", ha sottolineato il suo fondatore, Massimiliano Bizzi, che ha posto l'accento sull'importanza di "fare impresa". In questa occasione, l'assessore alla moda, Cristina Tajani, ha ribadito il ruolo importante e vitale del fashion system italiano.

 

"White è un appuntamento ormai molto atteso dagli operatori - ha spiegato l'assessore, per motivare l'interesse del Comune nei confronti della rassegna - che ha trovato sede in uno dei quartieri più dinamici della città, dove occupa anche spazi comunali come l'Ex Ansaldo, divenendo fucina per nuove generazioni di creativi".

 

"Un modo - ha proseguito Tajani - per dare una risposta di orgoglio a quanti in questo momento criticano il fashion system italiano, dicendo che fa fatica a rinnovarsi. Ciò non è affatto vero, perché l'Italia può competere e rinnovarsi dal punto di vista manufatturiero e artistico. Ecco perché in questa nostra collaborazione è previsto anche un evento al Castello Sforzesco, dove andrà in scena la performance della giovane designer - e giovane impresa - Ludovica Amati".

 

A farle eco le parole di Massimiliano Bizzi, presidente e fondatore del salone. "Sono molto felice di vedere un'energia nuova a Milano e ho la percezione che tutti gli operatori stiano facendo del loro meglio per dare alla moda il giusto valore", ha spiegato. Soprattutto, Bizzi ha tenuto a mettere in luce la peculiarità di White, "una manifestazione che ha l'obiettivo di creare impresa. Anche noi, come salone, ci identifichiamo con il concetto di piccola impresa, un contesto in cui si confrontano 440 piccole realtà che vogliono in concreto fare economia, che vogliono incontrare compratori".

 

Non a caso il salone è cresciuto, estendendosi nel tempo negli spazi dell'ex-Ansaldo e dell'hotel Nhow. "Ciò vuol dire - ha concluso Bizzi - che in Italia oggi è possibile fare impresa".

 

stats