Dimissioni

Jil Sander lascia la direzione creativa della maison

Con la collezione primavera-estate 2014 termina la collaborazione di Jil Sander con la griffe che porta il suo nome, che era tornata a guidare lo scorso febbraio, a 68 anni. Il gruppo comunica che la scelta è dettata da ragioni personali.

 

Lo sviluppo della collezione autunno-inverno 2014/2015 è stato affidato al team di progettazione interno, che ha affiancato la stilista tedesca (nella foto, al termine della sfilata milanese dedicata all'estate prossima) durante il suo mandato.

 

 “A nome del gruppo - dichiara il ceo Alessandro Cremonesi - voglio ringraziare Jil Sander per il suo notevole contributo al marchio in questo periodo. Il suo design eccezionale e la sua leadership creativa sono stati fondamentali nel rafforzare il brand e nel posizionarlo in un contesto di ulteriore crescita”.

 

Jil Sander era tornata alla guida creativa della maison - da lei fondata una quarantina di anni fa e oggi controllata dalla giapponese Onward Holdings - dopo quasi otto anni di direzione in capo a Raf Simons (passato alla maison Dior). Prima, dal 2009 al 2011, la designer aveva collaborato con la catena giapponese low cost Uniqlo.

 

 

stats