Divorzi

Slimane lascia Saint Laurent. Possibile ritorno in Dior

Hedi Slimane, lo stilista 47enne che in quattro anni ha fatto rinascere Saint Laurent, lascia il suo incarico. L’annuncio è arrivato oggi (primo aprile) attraverso un comunicato ufficiale di Kering, proprietaria della maison. Non si tratta certo di una notizia inattesa: da tempo si parlava dell'uscita. Così come da tempo si mormora del possibile prossimo incarico del designer: Dior.

 

«Quello che la maison è riuscita a ottenere in questi ultimi quattro anni rappresenta un capitolo unico nella sua storia», ha detto il presidente e ceo del colosso d'oltralpe, François-Henri Pinault, senza specificare però quale sarà il futuro del brand.

 

Così dopo Dior e Lanvin e, recentissimamente, Ferragamo, un altro stilista abbandona la poltrona di direttore creativo. Ma in questo caso difficilmente il vuoto lasciato potrà essere colmato da un ufficio stile.

 

La rinascita di Saint Laurent era tutta incentrata sul lavoro visionario di Slimane. Sotto la sua guida la maison ha più che raddoppiato il fatturato.

 

Le vendite nel 2011 erano pari a 353 milioni di euro, mentre il turnover del 2014 era schizzato a quota 707 milioni di euro. Un altro balzo si è registrato anche l'anno scorso, quando i ricavi sono saliti fino a sfiorare 1 miliardo (974 milioni di euro). Il designer aveva riformato la casa di moda anche nel marchio, eliminando il nome del fondatore “Yves” e lasciando solo il cognome, Saint Laurent.

 

Questo è il secondo addio di Slimane alla casa di moda: lo stilista aveva già lavorato per la griffe dal 1996 al 1999, dedicandosi alla linea uomo. Era considerato il pupillo di Pierre Bergé (braccio destro del fondatore Yves): lasciò l’incarico quando l’azienda venne acquisita da Gucci Group e fu subito assunto da Christian Dior per la linea Dior Homme.

 

A dire grazie allo stilista per il suo lavoro anche il presidente e ceo di Yves Saint Laurent, Francesca Bellettini: «Vorrei ringraziare Hedi Slimane per la sua visione, capace di riformare una casa di moda iconica come Yves Saint Laurent. La direzione presa negli ultimi quattro anni dal brand rappresenta una base incredibile per costruire un altro successo».

 

Ora l'interesse di tutti è su chi raccoglierà la pesante eredità di Slimane: da tempo sul futuro di Saint Laurent circola il nome di Anthony Vaccarello come possibile successore. Secondo wwd.com, l'accordo tra Kering e il designer belga, attuale direttore creativo di Versus, sarebbe già stato trovato. Ci sarebbe anche la data di inizio del contratto: il primo maggio.

 

Quanto al futuro di Slimane, nessuna certezza. In molti scommettono che possa fare ritorno al gruppo Lvmh, andando a sostituire Raf Simons alla guida di Dior. Ma c'è anche chi, dati i buoni rapporti con Karl Lagerfeld, si augura che Kaiser Karl lo candidi a prendere il suo posto alla guida di Chanel.

 

stats