Divorzi

Vionnet: le Croce lasciano

Nuovo terremoto ai vertici di Vionnet. A tre mesi dall'acquisto della maison parigina da parte della Go To Enterprise Sarl, che fa capo all' imprenditrice kazaka Goga Ashkenazi, già si registrano i primi cambiamenti con la repentina uscita di scena dei direttori creativi Barbara e Lucia Croce, in carica da meno di un anno.


Secondo indiscrezioni le due designer, che avevano debuttato con la pre-fall 2012 prendendo il posto di Rodolfo Paglialunga, sarebbero entrate da subito in contrasto con la visione strategica della nuova proprietà.


Quel che è certo è che l'uscita delle designer non pregiudica in alcun modo i piani della maison Vionnet: confermata la presentazione della nuova collezione per il 28 settembre a Parigi, sviluppata dal team interno. E sempre a Parigi si terranno il 30 settembre anche le celebrazioni del 100esimo anniversario del brand con un evento speciale e il lancio della linea di demi couture.


La Ashkenazi ha assunto il controllo di Vionnet a maggio, attraverso un accordo di investimento che punta ad accelerare lo sviluppo del marchio sul fronte internazionale. I precedenti titolari - Matteo Marzotto e Gianni Castiglioni di Marni che avevano acquisito la maison nel 2009 - sono rimasti azionisti, mantenendo i loro ruoli operativi.

stats