E-COMMERCE

Corrono le vendite online di Asos nel primo quarter: +30% a livello globale

Ricavi in crescita del 30%, a quota 169,4 milioni di sterline (210 milioni di euro circa), nel primo trimestre dell’anno (terminato il 30 novembre) per Asos, l’online retailer britannico. Una performance conseguita grazie anche al +57% negli Usa, dove l’azienda si sta espandendo rapidamente.

 

All’inizio del mese, infatti, l’e-tailer ha firmato un contratto di affitto per aprire i suoi primi uffici negli Stati Uniti: uno spazio di 300 metri quadri circa al 142 di Green street a New York. In novembre inoltre si è proceduto a nuove nomine per presidiare questo mercato: Matt Hiscock, già direttore delle vendite internazionali, è diventato senior vice president di Asos U.S. Inc., mentre Kevin Fegans, precendentemente senior international p.r. manager, è ora vice president con delega alle realazioni pubbliche negli States.

 

In patria le vendite sono progredite invece del 24%. “Un risultato migliore delle aspettative - ha commentato Nick Robertson, chief executive della società - determinato dalla migliore gestione degli ordini, insieme ai costanti investimenti in termini di proposte e di prezzo”. Il business sviluppato oltre i confini nazionali è sempre più rilevante per la company, attiva anche in Italia. Nel trimestre le vendite all’estero sono ammontate al 63% del totale. (Nella foto un look della linea Asos Black x Puma, lanciata a fine settembre)

 

 

stats