E-COMMERCE

Farfetch, non più solo multimarca: con Black & White avvia l'e-store di Manolo Blahnik

Altro passo avanti per Farfetch: la piattaforma fondata da José Neves, cui fanno capo circa 400 multimarca di 35 Paesi, avvia oggi (30 marzo) l'e-shop di Manolo Blahnik. Si concretizza così il progetto, annunciato a settembre, di affiancare al core business un'attività di consulenza conto terzi, attraverso la nuova divisione Black & White.

 

Si tratta di una unit in grado di offrire ai marchi un servizio completo e articolato, che può sfociare sia nella possibilità di attivare un canale web nel portale di Farfetch, sia in un supporto per sviluppare al meglio canali propri.

 

Una realtà che potrebbe dare qualche grattacapo a Yoox Net-A-Porter, che da tempo si occupa di sviluppare siti di vendita per le griffe (tra cui Armani, Moschino, Emilio Pucci, Valentino e Marni) e che pare sia in procinto di avviare entro il 2016 le vendite via web di Chloé. Attualmente, in base al bilancio pro-forma dello scorso anno, il 10,5% dei ricavi di Ynap è stato generato da questo ramo di attività.

 

Dopo Manolo Blahnik, che su manoloblahnik.com offre un range completo di proposte uomo e donna, sembra che altre tre griffe abbiano affidato a Black & White il proprio e-commerce.

 

«La domanda che ci poniamo - ha detto José Neves a wwd.com - è "Come comprerà la gente nei prossimi cinque anni?". La risposta sono i multibrand su Internet, come farfetch.com e brownsfashion.com, ma anche i monomarca come quelli generati da Farfetch Black & White.

 

Ma gli acquisti continueranno a essere fatti anche instore ed è per questo che abbiamo investito nella storica boutique londinese Browns e creato una retail business unit» (nella foto, l'e-store di Manolo Blahnik).

 

stats