E-COMMERCE

Gruppo vente-privee: il kidswear cresce fra il 15 e il 20% nelle flash sale

In occasione di Pitti Bimbo vente-privee e Privalia comunicano alcuni dati relativi alle vendite-evento di moda infantile su Internet. «Il settore del kidswear continua a darci grandi soddisfazioni, con una crescita fra il 15 e il 20% rispetto al 2015 - afferma Valentina Visconti, country manager Italia delle due piattaforme che fanno capo al Gruppo vente-privee -. Il successo è dovuto alla qualità e all’ampiezza dell’offerta e alla corrispondenza con il target».

 

Gli acquisti vengono fatti nel 70% dei casi dalle mamme, che scelgono l’online per comprare a prezzi vantaggiosi senza dover rinunciare alla marca.

 

All’estero sui siti del gruppo viene riservata attenzione ai brand italiani del settore e per questo vente-privee e Privalia si candidano a essere partner di fiducia delle aziende nel percorso di internazionalizzazione delle stesse.

 

La fascia di prodotti più gettonata è quella dai 4 agli 8 anni. Il carrello in genere è multiplo: si acquistano più articoli, facendo già online gli abbinamenti. Per la bambina si prediligono i top, ossia maglie, felpe e T-shirt, gli abiti e, infine, i pantaloni. Per i maschietti maglie e pantaloni sono in pole position. Per il neonato funzionano bene tutine e pagliaccetti con character e personaggi.

 

In generale, più del 60% del campione intervistato da Privalia vede nella tecnologia uno strumento strategico che garantisce un significativo risparmio di tempo e di stress per svolgere diverse attività di routine. Lo stesso viene rilevato dalle mamme clienti di vente-privee: il 68% ha dichiarato, infatti, di utilizzare Internet per ottenere informazioni sui prodotti per bambini da acquistare online e il 96% dei genitori usa questo canale per semplificarsi la vita su vari fronti.

 

 

stats