E-COMMERCE

Lo shopping online è donna. E, a sorpresa, conquista Sud e isole

In Italia lo shopping online di moda è ancora una pratica prevalentemente femminile: tra gli acquirenti via Internet di abbigliamento e calzature che hanno comprato più di sei articoli nell’ultimo anno, sette su dieci sono infatti donne. Lo rivela un approfondimento dedicato al fashion estratto dall’E-commerce Consumer Behaviour Report 2012, realizzato da ConctatLab.

 

In particolare, la società specializzata in consulenza e soluzioni di digital direct marketing ha tracciato il profilo dei “fashion addicted digitali”, ossia di coloro che in un anno hanno comprato online più di sei prodotti di questa categoria merceologica, arrivando in molti casi a superare i 20. Utenti la cui frequenza di acquisto è significativamente più alta rispetto a quella dei navigatori italiani generici intervistati nell’indagine.

 

Chi fa shopping online di moda più frequentemente è giovane - ha un’età tra i 25 e i 44 anni -, sette volte su dieci è donna e nel 42% dei casi risiede al Sud o nelle isole. I “fashion addicted digitali” sono inoltre “high spender”: uno su tre ha speso su Internet, solo per acquistare abbigliamento e calzature, più di mille euro nell’ultimo anno. Il 15% ha superato i 2mila euro e oltre la metà del campione ha dato fondo a più di 500 euro nell’ultimo anno per soddisfare la propria voglia di abbigliamento e accessori su Internet. Per questa fascia di utenti la spesa media annuale si aggira infatti sugli 850 euro.

 

Questa tipologia di e-shopper risulta inoltre più evoluta della media di coloro che acquistano online, come dimostra l’utilizzo più consistente dei dispositivi mobili e, non di rado, il ricorso ai metacomparatori di prezzi. Determinante per concludere la transazione da parte dei “fashion addicted digitali” è trovare la disponibilità del metodo di pagamento preferito sul sito prescelto per l’acquisto: per quasi nove utenti su dieci è fondamentale affidarsi alla modalità che dà loro più sicurezza, come PayPal e le carte di credito pre-pagate.

 

Infine, quasta tipologia di consumatori ama condividere sui social network la propria shopping experience: in un caso su tre scrivono infatti recensioni e commenti su queste piattaforme di comunicazione, ma soprattutto sono propensi a diventare follower del brand in questione, raccontando impressioni e opinioni e anche, a volte, condividendo il proprio look. “Un aspetto molto importante per le aziende del comparto - sottolinea Emanuela Del Forno, marketing manager di ConctatLab - che possono trovare nel canale social una strada privilegiata per ottenere la fiducia dei consumatori e promuoverli ‘ambasciatori’ del marchio”.

 

 

stats