E-COMMERCE

Netcomm e Human Highway: brand e prezzo spingono gli acquisti online

Considerato che il peso della moda sul totale dell’e-commerce in Italia è dell’11% e che il settore si colloca al secondo posto (dopo il turismo) nelle voci di spesa su Internet con il +33% messo a segno quest’anno, un approfondimento è stato dedicato alla digital fashion da Netcomm e Human Highway in un recente convegno.

 

Secondo l’ultima ricerca condotta da Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano con Human Highway, il 43,7% del campione ha rivelato di aver comprato almeno una volta un capo di abbigliamento in rete, il 34% un paio di scarpe, il 31,6% accessori (guanti, calze, cappelli, sciarpe e simili), il 18,1% una borsa da donna, mentre il 36,5% non ha mai acquistato nessuno di questi articoli.

 

Il pezzo del guardaroba più gettonato è la maglietta/maglia (20,3%), seguita da jeans (7,5%), giacche/giacconi (5,8%) e pantaloni (5,5%). Curiosamente il 7,8% di coloro che hanno già acquistato capi di abbigliamento via Internet non cita una tipologia di indumento ma un brand specifico. La marca più nominata è Bon Prix (6,5%), seguita da Nike (4,5%) e Lacoste (2,6%), mentre solo il 2,1% dei consumatori di moda sulla rete dichiara di prediligere prodotti no brand.

 

Anche chi compra online calzature pare particolarmente affezionato ai marchi: il 62% del campione risponde infatti allo specifico quesito citando brand famosi al posto dei modelli. Il dato è del 56,5% quando invece si tratta di borse da donna, per le quali si è disposti a spendere la cifra più alta: 107 euro di media. Lo scontrino è invece di 78 euro per le scarpe, di 80 per i capi di abbigliamento e di 63 per gli accessori “altri”.

 

Tra i fattori che maggiormente spingono il consumatore a fare shopping via Internet primeggia la convenienza, intesa come buon rapporto qualità/prezzo (38,4% degli acquirenti di articoli fashion), seguita dalla credibilità del sito venditore (24,9%), dall’occasione irrinunciabile (18,3%) e dalla difficoltà di trovare quel prodotto in un altro modo (14,6%). Infine, determinante sarebbe una specifica marca, evidentemente disponibile solo sul web (13,9%).

 

 

stats