E-COMMERCE

Sarenza diventa talent scout e lancia nuove linee di calzature

Sarenza, il sito leader nell’e-commerce di scarpe in Europa, ha chiuso il 2012 con un fatturato di oltre 131 milioni di euro, in salita del 30% sul 2011. La crescita è stata trainata soprattutto dalle vendite al di fuori dei confini della Francia, Paese in cui è nato nel 2005 e in seguito affermato. Forte dei risultati raggiunti, oltre a vendere i marchi più noti, ora fa anche attività di scouting.

 

Nei vari siti disponibili nei diversi Paesi europei in cui opera (dal 2011 è attivo anche in Italia), l’e-tailer permette di fare shopping tra le proposte di oltre 600 brand: l’assortimento prevede infatti uno “zoccolo duro”, valido per tutte le nazioni, più linee mirate agli specifici mercati, in base alla notorietà e al gradimento dei marchi a livello locale.

 

“I clienti italiani di Sarenza si rivalano più sensibili alla moda e al lusso nelle scelte d’acquisto, mentre i tedeschi, all’opposto, basano le loro decisioni prevalentemente sul rapporto qualità/prezzo”, fa sapere a fashionmagazine.it Stéphane Treppoz, ceo dell’e-company, in visita a TheMicam lunedì scorso. Alla fiera milanese della calzature Treppoz ha mandato anche una decina di “osservatori”, allo scopo di selezionare nuove proposte da inserire sulla piattaforma di vendita.

 

La popolarità di Sarenza ha già determinato il successo di alcuni marchi che sono stati lanciati proprio dalle sue pagine. È il caso di Annabel Winshep, label prima sconosciuta e ora di culto in Francia, tanto da essere venduta anche da Galeries Lafayette. E di continuo vengono immessi nel sito nuovi marchi, selezionati dagli esperti del pure player della calzatura su Internet. Del resto, conoscere le tendenze e capire cosa piacerà alla gente ogni stagione è fondamentale per una realtà che ha più di un milione di pezzi in stock.

 

La ricetta dell’affermazione di Sarenza sta proprio nel garantire al consumatore un’ampia gamma di scelta e servizi fondamentali, quando si parla di acquisti di calzature, come consegna e reso gratuiti. Attualmente Treppoz stima che Internet valga il 6% del mercato della scarpa, ma che questo valore arriverà al 20% nei prossimi cinque-sei anni.

 

 

stats