E-COMMERCE

Showroomprive: con il 100% di Saldi Privati diventa numero due in Italia

Il processo di concentrazione in atto in Europa nell’ambito degli attori delle flash sale su Internet segna una nuova tappa. La francese Showrooprive acquisisce il 100% dell’italiana Saldi Privati (gruppo Banzai), diventando il secondo player delle vendite private in Italia, dopo il polo rappresentato dal connazionale vente-privee, che recentemente si è comprato Privalia.

 

Questa operazione rappresenta per Showroomprive una tappa importante nella sua strategia di sviluppo multi-locale a livello internazionale, iniziata alla fine del 2015. Al termine dell’acquisizione la società fondata da Thierry Petit e David Dayan realizzerà oltre il 20% del proprio fatturato all’estero.

 

Il valore della transazione è di 28 milioni di euro. Fatto salvo il raggiungimento dei criteri di performance legati ai risultati del 2018, il prezzo potrebbe aumentare fino a un massimo di 10 milioni di euro. Il gruppo, quotato all’Euronext di Parigi, mantiene una posizione finanziaria solida, con un flusso di cassa netto positivo, che raggiunge i 54,8 milioni di euro post operazione.

 

Showroomprive prevede di completare l’acquisizione di Saldi Privati entro la fine del mese di novembre 2016. L’integrazione di Saldi Privati - realtà creata a Milano nel 2007 e oggi con 2,7 milioni di membri e un fatturato di circa 44 milioni di euro nel 2015 - permetterà ai francesi di accedere a un più esteso portfolio di brand, soprattutto italiani. Questi ultimi rappresentano, infatti, il 70% dell’offerta del sito.

 

Showroomprive metterà in atto con la società milanese sinergie rispetto alla logistica, alla tecnologia e al marketing. In particolare, potrà avvalersi della rete unica e proprietaria dei 400 punti di ritiro Banzai in circa 200 città e offrire ai suoi membri un servizio di consegna in 48 ore.

 

La società francese si affiderà al team di Saldi Privati per accelerare lo sviluppo nel nostro Paese. Bruno Decker, fondatore e ceo della realtà italiana, rimane alla guida della società, unendosi ai dirigenti del gruppo.

 

Banzai ha ceduto Banzai Media Holding, la sua divisione di “vertical content”, ad Arnoldo Mondadori Editore nel maggio scorso.

 

 

stats