E-COMMERCE

Una piattaforma nel Mare del Nord per Zalando: ma è un pesce d’aprile

La notizia comunicata oggi, primo aprile, da Zalando era di certo affascinante ma totalmente un pesce d’aprile, come ha fatto sapere alcune ore più tardi l’ufficio stampa dell’e-tailer. L’e-company di Berlino sosteneva di aver acquisito da Shell una piattaforma 120mila metri quadri nel Mare del Nord, precedentemente utilizzata per l’estrazione del petrolio, per utilizzarla come magazzino.

 

Dopo averla adeguata alle proprie esigenze di hub (dotato di eliporto e attracco per le navi), Zalando avrebbe iniziato a utilizzare la piattaforma logistica nel Mare del Nord nella primavera del 2017.

 

«Questo nuovo centro logistico - che si aggiunge a quelli di Erfurt, Mönchengladbach, Brieselang e agli ultimi avviati di Stradella in Italia e Lahr - verrà utilizzato per servire i clienti del Nord Europa, programmando l'espansione anche in Islanda e Groenlandia», diceva in sintesi il comunicato.

 

A questa news - totalmente falsa - che riguarda la logistica se ne è però aggiunta una vera nel corso della giornata, che riguarda l’offerta moda presente su Zalando: il sito è stato scelto come partner distributivo per il lancio, il 14 aprile prossimo, di Ivy Park, il nuovo brand di activewear, nato da una joint venture fra Beyoncé e sir Philip Green.

 

La pop star e il numero uno di Arcadia Group hanno scelto di presentare in anteprima il progetto in 50 Paesi attraverso la collaborazione con retailer del calibro di Topshop, Nordstrom, Net-a-Porter, Selfridges, Jd Sports, Namshi, Zalora, The Iconic, Glue Store, Myer e Hudson’s Bay, oltre che Zalando. (nella foto, l'immagine della piattaforma inviata dall'ufficio stampa di Zalando)

 

 

stats