E-COMMERCE

Vente-privee.com si compra Privalia e una quota di maggioranza di eboutic.ch

È ufficiale: vente-privee.com acquisisce Privalia e anche una quota di maggioranza del sito svizzero eboutic.ch, rafforzando la sua posizione di leader nelle vendite-evento online nel Vecchio Continente e non solo.

 

«Le acquisizioni dovrebbero consentire al nostro gruppo di superare i 3 miliardi di euro di fatturato nel 2016», ha dichiarato Jacques-Antoine Granjon (nella foto) alla stampa d’Oltralpe.

 

«Il mercato europeo è fortemente frammentato e allo stesso tempo sufficientemente maturo perché queste operazioni risultino efficaci e abbiano successo», ha aggiunto.

 

Dopo una prima operazione di crescita esterna con l’inserimento nel gruppo del sito belga vente-exclusive nel settembre del 2015, per Jacques-Antoine Granjon - l’uomo che ha creato il modello delle vendite-evento su Internet nel 2001 in Francia, per valorizzare gli stock delle aziende - è il momento di mettere le mani sul 100% del capitale di Privalia: una realtà leader del settore in Spagna, dove è stata fondata nel 2016 da Lucas Carne e José Manuel Villanueva, e ora molto forte anche in Italia, Brasile e Messico.

 

Vente-privee.com ottiene anche una partecipazione di maggioranza nella società svizzera eboutic.ch, anch’essa profittevole e leader in Svizzera, co-fondata nel 2007 da Arthur Dauchez e Laure de Gennes, che rimangono azionisti di minoranza, insieme al gruppo Maüs Frères.

 

«Queste alleanze sono una vera e propria avventura umana e combinano il savoir-faire e l’expertise di vente-privee.com con l’impulso dato da Privalia in due mercati per noi chiave come la Spagna e l’Italia e da eboutic.ch in Svizzera - ha sottolineato Granjon nella nota inviata oggi, 14 aprile, alla stampa -. Abbiamo molto rispetto del lavoro svolto dai fondatori e dai manager di queste aziende e siamo molto felici di poter contare sulla loro collaborazione ed esperienza nella creazione della nostra avventura europea, insieme».

 

In entrambi i casi i team direttivi attuali rimarranno alla guida delle rispettive e-company.

 

 

stats