E-COMMERCE

Zalando diventa una società europea

Zalando, piattaforma leader in Europa nelle vendite online di calzature e moda, ha cambiato la propria ragione sociale in Societas Europaea (SE), forma giuridica che le consente di rafforzare e rendere più efficace la propria struttura di governance.

 

Il mutamento non avrà ripercussioni sul day by day dell’azienda, il cui quartier generale rimane a Berlino. Nel supervisory board entra Kai-Uwe Ricke, già ceo di Deutsche Telekom.

 

«Zalando è una company europea: opera in 15 mercati del Vecchio Continente e realizza oltre la metà del suo fatturato fuori dai confini della Germania. Ora abbiamo una forma legale più consona e che riflette il nostro approccio internazionale», ha commentato Rubin Ritter, membro del management board di Zalando.

 

La società continuerà ad avvalersi di una doppia struttura di vertice, composta da un management board e da un supervisory board. In quest’ultimo viene cooptato Kai-Uwe Ricke, 52 anni, in precedenza ceo di Deutsche Telekom.

 

La presidenza di questo organismo è affidata a Cristina Stenbeck, nipote del fondatore di Kinnevik, fondo di investimento svedese che detiene la maggioranza di Zalando. Per l’e-tailer si vocifera di una possibile quotazione alla Borsa di Londra.

 

 

stats