E-COMMERCE

Zalando: vendite nette in crescita di oltre il 50% nel 2013

Le vendite nette di Zalando arrivano a 1,8 miliardi di euro nel 2013, con un aumento di oltre il 50% sull’anno precedente. La crescita è stata trainata dalle performance nell’area “dach” (Germania, Austria e Svizzera), dove l’e-tailer con sede a Berlino è affermato ma incrementi significativi ci sono stati anche nei "nuovi" mercati.

 

Una progressione del 70% si è avuta infatti anche nei sette Paesi in cui l’azienda è entrata solo nell’estate del 2012: Svezia, Belgio, Spagna, Danimarca, Finlandia, Polonia e Norvegia.

 

La base clienti di Zalando continua a lievitare: il 2013 si è chiuso con un totale di oltre 13 milioni di clienti attivi che hanno acquistato sul sito almeno una volta negli ultimi 12 mesi, contro i 9 milioni del 2012. Nell’anno da poco concluso si è assistito anche al superamento dell’abbigliamento sulle calzature, prima categoria di prodotti lanciata su Zalando. Prosegue inoltre la diversificazione dell’offerta con l’inserimento di abbigliamento e accessori sportivi. Un altro dato significativo: alla fine del 2013 oltre il 35% del traffico su Zalando proveniva da dispositivi mobili, tablet inclusi.

 

Nella nota diffusa dalla società si legge anche che Cristina Stenbeck, presidente del consiglio di amministrazione di Investment AB Kinnevik (primo azionista di Zalando), sarà nominata presidente del comitato di vigilanza di Zalando, in cui è stato inserito in qualità di presidente del comitato di revisione Lothar Lanz, cfo di Axel Springer. Le mosse della e-company tedesca sono state interpretate come preliminari alla quotazione in Borsa a Londra. (nella foto, un momento della presentazione della capsule Eleonora Carisi for Zalando avvenuta a Milano a dicembre)

 

 

stats