E-commerce

Moncler: peso delle vendite online vicino all'8% dei ricavi

Nel 2017 i ricavi dall’e-commerce di Moncler hanno raggiunto un peso vicino all’8% del fatturato totale ma il brand ha ancora molto spazio di crescita, come ha spiegato il chief corporate & supply officer Luciano Santel all'assemblea dei soci di oggi (16 aprile) per l'approvazione del bilancio.

 

Come riporta Reuters, Santel ha precisato che l'e-commerce diretto è cresciuto di circa il 30% negli ultimi due anni. «Siamo consapevoli che possiamo fare di più - ha detto il manager -. Vogliamo investire ulteriormente su questo canale». Per quanto riguarda il wholesale online, dato dalle piattaforme Net-a-Porter e MyTheresa, «i due canali online arrivano al 7,5%-8% del fatturato: un dato positivo visto che qualche anno fa erano zero, ma si può fare molto di più».

 

In attesa che vengano pubblicati i risultati trimestrali, in agenda il prossimo 4 maggio, in merito all'inizio del nuovo esercizio il presidente e ceo Remo Ruffini si è limitato a dire: «Ha fatto freddo».

 

Ruffini ha ribadito la centralità del digitale nel prossimo triennio, in primis per dialogare con il consumatore.

 

Moncler (nella foto, la boutique di Dubai, inaugurata in marzo all'interno del Dubai Mall) ha chiuso il 2017 con un aumento del 27% degli utili, a 249,7 milioni di euro, dopo che i ricavi sono saliti a 1,193 miliardi (+17% a cambi costanti).

 

Nonostante le dichiarazioni odierne, il titolo Moncler registra una flessione alla Borsa di Milano: poco dopo le 16 segna un -1% a 33,66 euro per azione. La performance a un anno è invece +57,5%.

stats