E-commerce

Zalando apre un hub tecnologico a Helsinki e alza le stime

Zalando, tra le piattaforme leader nel fashion e-commerce, continua a espandersi oltre i confini tedeschi. Ha appena aperto un hub tecnologico a Helsinki per sviluppare nuove app. Intanto i ricavi semestrali segnano un +31%.

 

Nei piani del management, il polo tecnologico dovrebbe ospitare in pochi anni 200 addetti, dedicati soprattutto allo sviluppo di nuove fashion app. Come riporta l'azienda, nel secondo trimestre gli accessi al sito "mobile" hanno superato quelli via "desktop", arrivando al 57% del totale.

 

Si tratta del secondo hub al di fuori della Germania dopo il Fashion Insight Centre, inaugurato a Dublino lo scorso anno e incentrato su ambiti quali il data science e l'engineering reserach, che sta per reclutare 20 nuovi esperti per arrivare a quota 50 nel suo primo anno di vita.

 

Il tech team della società conta oggi oltre 800 impiegati, 750 dei quali localizzati presso il quartier generale di Berlino, ma non è tutto. «Puntiamo a impiegare oltre 2.000 ingegneri per la fine del 2015», ha reso noto Philipp Erler, senior vice president Techology di Zalando.

 

Nei primi sei mesi dell'esercizio l'e-tailer ha raggiunto la cifra di 1,38 miliardi di euro di ricavi (+31,5%), grazie al +34% registrato nel secondo trimestre, che ha mostrato 16,4 milioni di clienti attivi (13,7 milioni nel secondo trimestre 2014). L'ebit adjusted semestrale è passato da 12,4 a 59,2 milioni di euro, portando l'ebit margin dall'1,2% a 4,3%.

 

Sulla base di queste performance i vertici hanno rivisto al rialzo le stime di crescita delle vendite di fine anno che passano dall'intervallo 20-25% al 28-31%. L'ebit margin atteso resta pari al 4,5%.

 

stats