EVENTI

Lorena Antoniazzi: una performance live per la nuova showroom

È una sorta di filiera tessile in miniatura, con artigiani all'opera nella realizzazione di capi in maglia, quella che Lorena Antoniazzi ha allestito ieri sera per l'inaugurazione della sua nuova showroom in via Morimondo 22. Un'occasione per svelare anche i progetti al via in ambito retail e sul fronte della tracciabilità.

 

Durante la serata, animata anche dalla musica della Muppets Coverband e dalla presenza di uno chef umbro d'eccezione come Antonio Petruzzi di Eatalian Style Corporation, maestranze dell'azienda hanno mostrato in diretta come la manualità e il savoir-faire artigianale siano alla base del processo produttivo del brand di Sterne International, nato come linea di maglieria in cashmere nel 1993 e oggi sinonimo di una collezione completa, che va dal knitwear alla confezione, fino agli accessori.

 

Del resto artigianalità e tracciabilità rappresentano i binari di riferimento per il futuro della società perugina, che durante l'happening milanese ha anche presentato il nuovo brevetto R-Fid, un traguardo ottenuto solo pochi mesi fa. Si tratta di una tecnologia in grado di tracciare l'identikit di ogni capo, indicandone non solo l'origine e la produzione esclusiva, ma anche - grazie a un innovativo microchip inserito nell'etichetta - tutta una serie di informazioni che contraddistinguono il prodotto e le diverse fasi (e luoghi) di lavorazione: tessitura, rimaglio, lavaggio, stiro e controllo qualità.

 

"Un evento-incontro - ha precisato Luca Mirabassi, presidente e a.d. del brand - che rappresenta la prima tappa di un tour internazionale, dove l'azienda sarà impegnata nel ruolo di ambasciatrice dello stile, del gusto e il saper fare degli artisti artigiani italiani". Dopo Milano, la performance-live approderà infatti, entro la prima metà del 2014, a Mosca, Seoul e Tokyo.

 

La showroom di via Morimondo - uno spazio di circa 400 metri quadri, con due ampi loft su due livelli - rappresenta da questo punto di vista una pedana esclusiva per l'affermazione di Lorena Antoniazzi, che sta scommettendo con convinzione proprio sull'export. Dopo l'opening di Seoul, avvenuto circa un anno fa, la label ha infatti inaugurato, il marzo scorso, un'importante vetrina a Parigi, in rue de Castiglione, e si appresta a una nuova fase di espansione.

 

"Puntiamo ad avviare 13 punti vendita, tra monomarca e shop-in-shop, in quattro anni", ha dichiarato Mirabassi. Primi step, anticipa l'imprenditore, proprio Tokyo e Mosca (nella foto, Luca Mirabassi, la moglie Lorena Antoniazzi e i figli Andrea e Nicola, anch'essi attivi in azienda).

 

stats