Eventi

Dolce&Gabbana loves London: dopo Harrods, riflettori su Old Bond street

Dopo l'exploit da Harrods, vestito a festa per celebrare l'inizio dello shopping natalizio e teatro di una sfilata coreografica, Dolce&Gabbana ha puntato di nuovo i riflettori su Londra: festeggiato il restyling della boutique di Old Bond street, con una sfilata di Alta Moda e Alta Sartoria. L'opening è l'ennesima tappa del piano retail della griffe, che la scorsa settimana ha riaperto anche in via Condotti, a Roma.

 

Partita lo scorso anno con la boutique di via Montenapoleone a Milano, e proseguita con Tokyo, Venezia, Capri, Porto Cervo, Montecarlo la strategia retail di Domenico Dolce e Stefano Gabbana si è arricchita con le due tappe di Roma e Londra. Spazi allestiti secondo format diversi, per proporre in ogni città un punto di vista inedito sulla shopping experience.

 

Nel caso di Old Bond street, a curare l'allestimento è stato l'architetto Gwenael Nicolas, che ha ha avuto l'input di realizzare uno spazio unico, per sorprendere i consumatori. Una boutique di 2.350 metri quadri, articolata su tre piani, che ospitano abbigliamento e accessori, più altri tre piani "segreti" riservati ad alta moda e alta sartoria, a cui si accede da un ingresso diverso e con un ascensore dedicato.

 

Un'area dedicata ai clienti più esclusivi, dove è stata allestita la sfilata celebrativa del reopening: in passerella una collezione in cui i due stilisti hanno espresso il loro punto di vista sull'Inghilterra. 90 look in totale per lui e per lei in cui i classici della label - come cuori e stampe a fiori - si arricchiscono di citazioni British tra cui la bandiera inglese sulla T-shirt con la scritta Love London, silhouette edoardiane e abiti di paillette che riproducono la Union Jack, la cui effigie ritorna su borsette e diademi. Non manca la corona, sulle mini a vita alta o sugli abiti lunghi.

 

Un défilé esclusivo con una clientela ultraselezionata e pochissimi giornalisti, dove ancora una volta Dolce&Gabbana ha voluto come interpreti i modelli Millennial come Solange Smith e Kate King, Sam Rollinson e Oliver Chesire.

 

Nella foto, uno dei post su Instagram, che Stefano Gabbana ha dedicato all'evento.

 

stats