Eyewear

Safilo: accordo con Seeone per la distribuzione in Corea

Il gruppo dell'eyewear Safilo (nella foto, la sede di Santa Maria di Sala) cambia approccio in Corea del Sud. Non più distribuzione diretta ma in partnership con un player locale, Seeone, che diventa distributore esclusivo a partire dal primo febbraio.

 

«Garantirà una transizione fluida e una regolare prosecuzione del servizio clienti - si legge in una nota - per tutti i rivenditori dei marchi Safilo, con prodotti e servizi post vendita».

 

«Seeone ha un track record di eccellenza nel servizio e nella comprensione delle dinamiche di mercato dei clienti coreani», ha dichiarato Luisa Delgado, amministratore delegato di Safilo, specificando che la Corea del Sud riveste un’importanza strategica a livello globale, sia per il mercato interno, sia per il ruolo di trend setter nel design asiatico.

 

Il business duty free di Safilo in Corea continuerà invece a essere gestito attraverso il canale globale del travel retail e l’agente locale.

 

In mattinata il titolo Safilo accenna al recupero a Piazza Affari: +0,30% a 6,75 euro per azione, mentre la performance a un mese è -14,7%.

 

Nei giorni scorsi le azioni sono crollate sui timori di una perdita di licenze importanti, provocate dai rumors di un interesse, da parte di Lvmh, per una quota del produttore di occhiali Marcolin.

 

In dicembre il gruppo francese del lusso ha reso noto di non volere rinnovare con Safilo la licenza per gli occhiali Céline (terminerà a fine 2017) ma ha prorogato fino al 2020 l'accordo per le montature Dior (una delle licenze più importanti, nel portafoglio del gruppo di Padova) e in più realizza gli occhiali di Marc Jacobs, Fendi e Givenchy.

 

stats