FISCAL YEAR

Caruso torna all'utile e segna un record nei ricavi

La Raffaele Caruso comincia a raccogliere i frutti di un triennio speso in "ristrutturazioni a livello operativo e investimenti". La realtà di Soragna ha infatti chiuso il 2012 con ricavi pari a 64,4 milioni di euro, il livello più alto di sempre, e utili per 2 milioni, contro il rosso di 62mila euro dell'anno precedente.

 

Come evidenzia una nota, il volume d'affari ha registrato un incremento del 6% rispetto al 2011: una crescita tuttavia più contenuta del previsto, a causa della "crisi di fiducia nella tenuta dell'Unione Europea, cui si è aggiunta un'austerity fiscale senza precedenti".

 

A sottolineare il nuovo ritmo impresso dal presidente e a.d. Umberto Angeloni è anche l'ebitda, a quota 6,2 milioni - pari al 9,6% circa del turnover (5,1% nel 2011) -, che raddoppia rispetto al precedente fiscal year.

 

Quanto al 2013, il sentiment è positivo, perché nonostante "per l'intero settore lusso-moda rappresenti ancora un anno di transizione, senza grandi incrementi di fatturato, a livello aziendale la raggiunta efficienza ottimale della gestione dovrebbe dispiegare i suoi pieni effetti, consentendo di mantenere elevata la redditività". Invariati anche i programmi di sviluppo, che prevedono a breve l'avvio di un progetto retail.

 

stats