FISCAL YEAR

Lvmh: i ricavi sfiorano i 30 miliardi di euro

Lvmh chiude il 2013 a segno più: ­­­i ricavi sono passati da 28,1 a 29,1 miliardi di euro (+4%, con una crescita organica dell'8%) e l'utile netto si è leggermente incrementato, da 3,42 a 3,43 miliardi (+0,4%). Il free cash flow ha toccato i 2,958 miliardi (+20%). Di conseguenza, il dividendo per gli azionisti aumenterà del 7%, portandosi a 3,10 euro per azione.

 

Da segnalare inoltre che per la prima volta gli utili da operazioni ricorrenti hanno superato il tetto dei 6 miliardi di euro. Risultati che inorgogliscono il patron Bernard Arnault, soddisfatto per un fiscal year «all'insegna di performance eccellenti, nonostante la volatilità del mercato valutario e il rallentamento dell'Europa». C'è da dire, tuttavia, che nel 2012 le performance erano state più eclatanti, con un +19% del turnover sul 2011.

 

Arnault ricorda, tra gli eventi significativi del periodo, l'acquisizione di Loro Piana, «un'azienda famosa per il suo lavoro impareggiabile sul cashmere e i materiali rari, con la quale condividiamo i valori della famiglia e dell'artigianalità. In generale, tutti i nostri marchi hanno dimostrato un grande dinamismo».

 

La divisione "Selective Retaling" è stata la più dinamica, registrando con le insegne Sephora e DFS un incremento delle vendite intorno al 13% (+17% su base organica). "Wines and Spirits" e "Perfumes & Cosmetics" sono cresciute rispettivamente dell'1% (+6% su base organica) e del 3% (+7% su base organica). Per quanto riguarda "Fashion & Leather Goods", ha ceduto lo 0,4%, ma ha guadagnato su base organica il 5%. Infine "Watches & Jewelry" ha avuto una flessione del 2%, mentre su base organica è progredita del 4%.

 

Le previsioni sul 2014 sono all'insegna dell'ottimismo, con la prospettiva di «accrescere le leadership globale nell'ambito dei beni di lusso, mantenendo una strategia focalizzata sullo sviluppo dei brand, la valorizzazione del loro savoir faire, una forte innovazione e l'espansione sui mercati che stanno correndo più velocemente» (nella foto, il menswear di Berluti per l'autunno-inverno 2014/2015, che ha sfilato per la prima volta durante la fashion week maschile di Parigi).

 

stats