FISCALYEAR

Luxottica: nel 2013 ricavi +3,2% e utile operativo oltre il miliardo

 

Luxottica archivia il 2013 con un fatturato record di 7,3 miliardi di euro, +3,2% a cambi correnti e +7,5% a cambi costanti. L'utile netto adjusted passa da 559,6 a 617,3 milioni di euro (+10,3%) e l'utile operativo sfonda il tetto del miliardo di euro. Andrea Guerra: «Continuiamo a essere ambiziosi. Vogliamo raggiungere i 10 miliardi di ricavi nei prossimi tre anni».

 

In un'intervista a La Repubblica, l'a.d. del gruppo veneto dell'occhialeria rivela inoltre che «sul fronte licenze potrebbe esserci una novità a breve, a cui corrisponderà il mancato rinnovo di una già in casa».

 

Impossibile per ora sapere di più. Certo è che, pur con una performance lievemente sotto le attese degli analisti nel quarto trimestre (che ha registrato un giro d'affari di 1,64 miliardi di euro, contro la stima di 1,67 miliardi tracciata dagli analisti di Bloomberg), la società guidata da Leonardo Del Vecchio non conosce crisi.

 

Durante il fiscal year le vendite hanno subito un'impennata oltre il +20% a parità di cambi nei Paesi emergenti, con picchi in Cina, Brasile e Turchia «ma la vera sorpresa - fa notare Guerra - è stato l'incremento dell'11% in Europa, con l'area mediterranea che da aprile-maggio ha smesso di perdere, riprendendo un trend di crescita». L'Italia, con un +3-4%, «ha contribuito positivamente e non è mai stata negativa negli ultimi cinque anni».

 

In Nord America, dove viene realizzato il 55% del turnover, l'avanzata è stata del 3,5%, grazie soprattutto alle buone performance del wholesale: un canale che nel 2013 ha messo a segno, a livello generale, un +12%, mentre il retail è rimasto stabile.

 

«Pensiamo che il 2014 sarà l'evoluzione naturale dell'anno appena concluso - anticipa Guerra -. I primi mesi sono soddisfacenti, a parte qualche sfavorevole fenomeno meteorologico, e pongono le basi per un incremento del giro d'affari e della redditività coerente con il trend degli anni passati. Abbiamo chiara la nostra traiettoria di sviluppo e i suoi driver. Il portafoglio marchi di Luxottica è sempre più forte, con Ray-Ban che conferma la leadership globale nella sua categoria e Oakley che consegue esiti eccellenti in Europa e negli emerging market» (nella foto, occhiali di Dolce&Gabbana, uno dei brand della scuderia della società di Agordo, per l'autunno-inverno 2014/2015).

 

stats