FORMAZIONE

NeroGiardini per la formazione: un evento stamattina in Triennale

Si è parlato di giovani, di formazione e di opportunità lavorative stamattina alla Triennale di Milano in occasione dell’evento organizzato da NeroGiardini per far conoscere il Corso per Operatore della calzatura, voluto e interamente finanziato dall’imprenditore Enrico Bracalente presso il Centro di Formazione “Artigianelli” dell’Opera Don Ricci di Fermo.

 

I 14 allievi del primo corso biennale che sta per concludersi hanno ricevuto oggi in Triennale l’attestato di partecipazione allo stage previsto dal percorso di studio, che anticipa il diploma finale. L’esperienza proseguirà il prossimo anno con un nuovo bando. Per i ragazzi, dai 16 ai 18 anni, che frequentano “Operatore per la calzatura” presso gli “Artigianelli” di Fermo, le chance di lavoro sono pressoché garantite. Alcuni di loro sono già stati assunti dalle aziende del gruppo NeroGiardini.

 

Enrico Bracalente, amministratore unico di Bag (cui fa capo il marchio NeroGiardini), ha raccontato la genesi di questa iniziativa: impreditore calzaturiero del distretto fermano-maceratese, alla fine degli anni Novanta ha scelto di non delocalizzare la produzione, ma di investire nel territorio, con obiettivi di crescita ambiziosi. Negli ultimi anni l’azienda è passata infatti da un fatturato di 65 milioni di euro ai 208 attuali e nei prossimi tre-cinque anni il traguardo è di 500 milioni di euro. Bracalente si è posto il problema del ricambio generazionale delle maestranze e nel 2010 ha avviato una collaborazione con il Centro di Formazione “Artigianelli” dell’Opera Don Ricci di Fermo per istituire un corso ad hoc.

 

Padre Sante Pessot, direttore della scuola, è entrato nel vivo di questa esperienza, portata avanti non senza difficoltà. “I giovani ci chiedono un’opportunità - ha detto il religioso -. In questo caso hanno capito di averla e hanno saputo coglierla”. Sono seguiti gli interventi di Francesco Alberoni, Paolo Crepet e Don Antonio Mazzi, moderati da Paolo Del Debbio. Gli esperti sono stati tutti concordi nel riconoscere l’importanza di insegnare un mestiere ai ragazzi. “Il lavoro è fondamentale per acquisire autostima”, ha detto in particolare Crepet.

 

 

stats