FULL SERVICE PROVIDER

Drop: «Il sito di e-commerce va considerato come il primo flagship store»

«Le aziende italiane della moda sono sempre più “e-commerce oriented” »: così testimonia Alfredo Celiberti, general manager di Drop, full service provider e acceleratore del retail online, intervenuto di recente al convegno sul commercio elettronico nel fashion, organizzato dal Politecnico di Milano e Netcomm.

 

Drop, con sede a Montegranaro (FM), ha accompagnato e in alcuni casi continua a seguire nel business digitale realtà come Loriblu, Santoni, Harmont & Blaine, L’Autre Chose (nella foto), Fabi e Cesare Paciotti. «Il sito di e-commerce deve essere considerato come un flagship store online, sicuramente il primo monomarca del brand per assortimento e in prospettiva può diventare sicuramente quello più performante», spiega Celiberti.

 

«Drop gestisce tutta la fase di start up del business online, fa da acceleratore in questo processo e in genere, dopo tre anni, dà l’opportunità di “portare in casa” l’e-commerce: l’internalizzazione deve essere prevista», è convinto il manager.

 

Il punto di forza di questo full service provider va ricercato nella capacità fare business intelligence. «Tutto si gioca sull’analisi dei dati - prosegue Celiberti -. Il sell out lo vediamo in tempo reale. Questo ci permette di ottimizzare il sito e la customer journey altrettanto velocemente e anche di dare informazioni utili al retail manager».

 

Per affrontare un progetto di e-commerce l’azienda di moda deve avere una buona base in termini di brand awareness ed essere molto determinata a intraprendere un percorso di start up che, seppur assistito da Drop, richiede comunque determinazione e progettualità.

 

 

stats