Fallimenti

Burani: ancora sei mesi di cassa per i lavoratori

Nonostante la fine della Mariella Burani di Cavriago - decretata dalla conclusione dell'esercizio provvisorio -, i sindacati sono riusciti a ottenere una proroga di sei mesi della cassa integrazione. L'accordo è stato raggiunto ieri a Roma nella sede del ministero dello Sviluppo economico insieme ad azienda e sindacati.

La proroga evita la messa in mobilità, a partire dal 4 giugno, dei dipendenti (circa 130) rimasti legati alla società, che saranno coperti fino al 4 dicembre 2013. Nel frattempo resta aperta la carta della cessione dell’attività e dei marchi, che fino a questo momento non ha registrato i frutti sperati.

Continua intanto la vicenda legata ad Antichi Pellettieri, controllata dal Mbfg. Il cda di quest'azienda, che dovrebbe presentare un ricorso al concordato preventivo (ex art. 160 e seguenti), ha deliberato di sottoporre all’assemblea dei soci la proposta "di un’azione di responsabilità contro amministratori e sindaci della precedente gestione, che ricoprivano tali cariche sia nella società che nella controllante Mariella Burani Fashion Group".

L’azione di responsabilità - come si legge in una nota del gruppo - è proposta anche contro "la società di revisione contabile e gli altri soggetti responsabili relativamente al compimento di taluni atti in violazione dei doveri loro imposti".

 

 

stats