Fashion journalism

Suzy Menkes parte in luglio con Condé Nast

Suzy Menkes potrebbe essere operativa già da luglio, con l'appuntamento per la couture parigina, nel nuovo ruolo di reporter e critico per i siti internazionali di Vogue. Si occuperà anche della prima Condé Nast International conference dedicata al lusso, in programma nel 2015.

 

Quanto all'editore per cui Menkes ha lavorato per 26 anni, The New York Times, si sa da wwd.com che in un futuro molto prossimo annuncerà la sua nuova linea, in fatto di fashion. Il presidente international Stephen Dunbar-Johnson e il direttore Europa Dick Stevenson parlano di "fresh new era".

 

Menkes lavorerà dagli uffici Condé Nast International di Londra e riporterà direttamente a Jonathan Newhouse, chairman e ceo del gruppo editoriale con sede a Parigi. Nel nuovo ruolo avrà la stessa libertà di espressione avuta in passato? «Se non dici ciò che pensi - ha risposto Menkes - che ragione c'è di parlare? Amo il mio attuale lavoro e spero di amare anche quello nuovo. Il segreto sta in questo: divertirsi per ciò che fai».


Interpellata sul futuro del giornalismo su carta, Menkes ha detto che ci sarà sempre spazio per eccellenti magazine con immagini favolose. Quanto ai quotidiani, sopravvivrà un'élite, forse non in tutto il mondo. Parlando di digitale Menkes ha affermato: «È in continua espansione e ovviamente l'adoro perché è veloce. Credo che i media che si occupano di moda online siano una massa destinata a diradarsi: qualcuno non sopravvive, altri salgono al top».

stats