Finanza

Fermento nel retail Usa: Saks fa gola a Hudson's Bay e Neiman Marcus verso l'Ipo

Grandi manovre per gli storici rivali dei department store americani: mentre ieri Neiman Marcus ha annunciato il ritorno in Borsa, è spuntato il nome di Hudson's Bay nella lista dei potenziali interessati ad accaparrarsi il controllo di Saks.

Neiman Marcus, che controlla anche Bergdorf Goodman sulla Fifth Avenue a Manhattan, ha depositato i documenti necessari per l'Ipo presso la Sec (la Consob americana). Il retailer di base a Dallas, che aveva dato incarico lo scorso maggio a Credit Suisse di valutare le possibili alternative, punta a raccogliere 100 milioni di dollari. La società era già quotata, ma quando fu acquistata nel 2005 per 5,1 miliardi di dollari da Tpg Capital e Warburg Pincus fu deciso il delisting.

Quanto a Saks, il department store di cui il patron di Tod's Diego della Valle è il secondo maggiore azionista, sembra aver suscitato l'interesse di Hudson's Bay: secondo il Wall Street Journal, l'amministratore delegato del gruppo pretendente, Richard Baker, è da tempo interessato a Saks per il potenziale che offre da un punto di vista immobiliare. Il solo negozio sulla Fifth Avenue  viene valutato un miliardo di dollari.

Hudson's Bay gestisce grandi magazzini in Canada e possiede il marchio Lord & Taylor negli Stati Uniti. Quando a maggio Saks aveva assunto Goldman Sachs per valutare opzioni strategiche inclusa la vendita si era parlato dell'interessamento del fondo di private equity Kkr, che ha acquisito dalla L Capital di Lvmh il controllo delle catene Sandro, Maje e Claudie Pierlot.

 

stats