Fiscal Year

Swatch: ebit e utile in aumento di oltre il 20%

Swatch Group archivia il bilancio 2012 con un utile operativo in aumento del 22,9% a 1,98 milioni di franchi svizzeri e profitti pari a 1,6 milioni, in progresso del 26%. Nell'anno il gruppo elvetico dell'orologeria ha creato 1.500 nuovi posti lavoro (900 dei quali in Svizzera) portando i dipendenti nel mondo a quota 29.700.

 

Nell'esercizio i ricavi di Swatch (Breguet, Tissot, Omega, tra gli altri marchi in portafoglio) si sono attestati a 7,8 miliardi di franchi, in salita del 15,3%, nonostante il rafforzamento della valuta domestica. Il segmento gioielli e orologi, in particolare, ha raggiunto i 6,95 miliardi di ricavi: il 16,8% rispetto all'anno prima grazie alle buone performance di tutti i continenti, anche al di fuori della Grande Cina. In occasione dell’assemblea generale che si terrà il 29 maggio 2013, il board proporrà la distribuzione di un dividendo di 6,75 franchi svizzeri per ogni azione al portatore e di 1,35 per ogni azione nominativa, che rappresentano un +17,4% rispetto alla cedola precedente. Ottimistiche le previsioni del management per l’esercizio 2013, che vede come realistica una crescita annua dell'orologeria svizzera fra il 5% e il 10%. "Il potenziale di Swatch Group - dicono dalla società - resta notevole pure nel 2013, anche grazie all’integrazione di Harry Winston nel nostro portafoglio marchi. L’operazione ci consente di avere un’ampia dotazione in tutti i segmenti, inclusi i gioielli, disponendo di marchi di prim’ordine, famosi a livello mondiale e della relativa produzione integrata completamente verticalizzata".

 

stats