Fiscal year

+10% i ricavi 2015 dei negozi Benetton. Airoldi: «Non escludo il ritorno in Borsa»

Il fatturato commerciale realizzato dalla catena di negozi del Gruppo Benetton ha totalizzato 2,2 miliardi di euro nel 2015, in aumento del 10% rispetto all'anno prima. L'Italia ha un peso sul totale pari al 40%, mentre l'India sale al 13%.

 

Come riporta Corriereconomia, con i suoi 786 negozi l'India ha superato la Spagna, che oggi rappresenta il 7% dei ricavi totali, in linea con la Corea. La Germania copre una quota del 5%, mentre il resto del mondo ha il 28%. In totale sono 5mila i negozi del Gruppo Benetton, di cui 500 diretti.

 

La famiglia Benetton, come si legge nell'inserto del Corriere della Sera, sarebbe disposta a cedere la maggioranza a un socio che permetta il salto dimensionale e lo sviluppo di mercati complessi come la Cina (dove è ancora assente).

 

Marco Airoldi, al vertice di Benetton Group, non ha escluso il ritorno alla quotazione in Borsa, ma «bisognerà aspettare il 2017: prima gli ingranaggi dovranno tornare a girare a pieno ritmo».

 

Intanto i ricavi a perimetro costante hanno raggiunto gli 1,5 miliardi a livello di sell-in e i 2,2 miliardi in termini di vendite al pubblico, sostenuti dal +10% del mercato domestico (a perimetro costante) e dal +11% dell'India.

 

Il rilancio, che sarebbe a metà percorso, ha portato a una riduzione a due marchi, Benetton e Sisley, come pure a una revisione del network distributivo, che oggi conta 5mila negozi nel mondo, di cui 500 gestiti direttamente.

 

Uno degli obiettivi è arrivare a una generazione di cassa di 180 milioni a fine 2017, «risorse che saranno reinvestite in larga parte nella rete commerciale».

 

Intanto, in primavera, si prospetta l'arrivo di un nuovo presidente al posto di Gianni Mion. Lo stesso Mion fa sapere che il gruppo sta cercando un profilo che contribuisca a interpretare le tendenze e i mercarti, che sia esperto di retail di abbigliamento, in Italia o all'estero. «Un ruolo non facile - dice -, un po' come qulacuno disposto a salire su un auto in corsa o ad allenare una squadra di calcio a metà stagione».

stats