Fiscal year 2015

Otb sfiora gli 1,6 miliardi. I brand di fascia alta crescono double digit

Fiscal year 2015 a quota 1.590 milioni di euro per il gruppo Otb, in crescita rispetto ai 1.560 del precedente esercizio. L'ebitda si è attestato sui 74 milioni di euro, con un profitto consolidato di 3,5 milioni e una posizione finanziaria positiva per 52 milioni.

 

Crescono a doppia cifra i marchi di fascia alta, bilanciando il portafoglio del gruppo, con Diesel che oggi rappresenta meno del 65% del giro di affari.

 

Queste le cifre salienti del bilancio di OTB, il gruppo a cui fanno capo i marchi Diesel, Maison Margiela (nella foto, l'inverno 2016/2017 che ha sfilato stamattina, 2 marzo, a Parigi), Marni e Viktor&Rolf, e le società di produzione e distribuzione di griffe in licenza Staff International e Brave Kid.

 

Nell'anno chiuso da poco è stato portato a compimento il progetto di riposizionamento di Diesel in tutto il mondo, con un lavoro attento sui canali distributivi, che ha comportato il taglio di quasi 100 milioni di euro di fatturato, e sull'online, con operazioni di lotta contro la contraffazione e il cybersquatting.

 

In parallelo il network retail è stato oggetto di una ristrutturazione, culminata con l'apertura del flagship sulla Madison avenue, a New York, primo esempio del nuovo format di interior design curato in collaborazione con lo studio di architettura giapponese Wonderwall.

 

Altri due step importanti del 2015, per quanto riguarda l'etichetta del mohicano, sono stati la creazione del sito unico di Diesel che, sottolinea il comunicato diramato dall'azienda, ha già registrato incrementi di fatturato a doppia cifra, e il rinnovo della licenza per gli orologi con Fossil, che genera un turnover superiore ai 200 milioni di dollari.


Nel fiscal year 2015 il gruppo di Breganze ha completato il percorso di acquisizione dell’intero pacchetto azionario di Marni, griffe protagonista di opening in via Montenapoleone a Milano, Mount street a Londra, e a San Francisco. Firmati inoltre un accordo di licenza con Marchon per l'eyewear di questa griffe e una licenza per la produzione e distribuzione della linea uomo con l'azienda del gruppo, Staff International.

 

Quest'ultima, puntualizza il comunicato, continua nella sua crescita di fatturato, con un portafoglio marchi che include Maison Margiela, Marni Uomo, Dsquared2, Just Cavalli, Vivienne Westwood Red Label e Man, e Marc Jacobs Men. A proposito di licenze, Brave Kid, azienda del gruppo specializzata nel childrenswear, ha in scuderia, oltre a Diesel Kid, le versioni in piccole taglie di Marni, Dsquared2 e John Galliano Kids.

 

Momento felice per Maison Margiela, dal 2014 sotto la direzione creativa di John Galliano, che ha registrato un rialzo superiore al 30% e ha aperto nuovi negozi in via Sant'Andrea a Milano, in via del Babuino a Roma e a S. Francisco.


Positivo, sottolinea ancora il comunicato, il ritorno di Viktor&Rolf nell'arena dell'alta moda, mentre sono allo studio nuove collaborazioni, oltre alle fragranze e agli occhiali.

 

stats