Fiscal year

2015 con segno meno per Desigual

Un 2015 difficile per Desigual. Dopo avere annunciato un calo delle vendite a nove mesi del 2%, il brand spagnolo avrebbe chiuso l'intero esercizio con un fatturato pari a 934 milioni, in flessione del 3% rispetto al 2014 (qanno in cui era cresciuto del 16%).

 

Il dato circola sul web a pochi giorni dall'annuncio che il brand, partecipato dal fondo francese Eurazeo (dal 2014 proprietario del 10% del capitale, rilevato tramite aumento di capitale), ha intenzione di cambiare strategia, secondo un approccio più customer oriented.

 

Dopo l'uscita di scena, nel maggio 2015, del ceo e direttore generale Manel Jadraque, il fondatore, presidente e maggiore azionista della società, Thomas Meyer ha di recente nominato chief client officer un suo consigliere del board, Pierre Cuilleret. Alberto Ojinaga, proveniente dai supermercati Caprabo, sale invece sulla poltrona di chief corporate officer.

 

Desigual, che ai primi di febbraio ha rinunciato a sfilare alla fashion week di Barcellona, ha archiviato i primi nove mesi con ricavi pari a 724,7 milioni di euro, in flessione del 2,2%. In madrepatria, in particolare, la label dalle stampe psichedeliche ha accusato un -6%.

 

stats