Fiscal year

Abercrombie & Fitch: utili da 4 a 7,1 milioni ma cresce solo Hollister

L'americana Abercrombie & Fitch chiude il quarto trimestre con utili che passano da 48,8 a 74,2 milioni di dollari, migliorando il risultato dell'intero esercizio, dove i profitti crescono da 4 a 7,1 milioni.

 

Nell'anno il risultato operativo è stato di 72,1 milioni, quasi quintuplicato dai precedenti 15,2 milioni. I ricavi si sono attestati a 3,49 miliardi di dollari, in aumento del 5% sull'anno prima (+3% a periodi comparabili). La performance beneficia del cambio favorevole e del fatto che il fiscal year comprende una settimana in più, rispetto al bilancio precedente.

 

Comparando il fiscal year a 53 settimane chiuso il 3 febbraio 2018 con le 53 settimane precedenti e trascurando l'effetto cambi, il marchio teen Hollister (nella foto) ha registrato una crescita delle vendite dell'8%, mentre Abercrombie ha subito un calo del 2% (ma veniva da un -11% dell'esercizio precedente). Negli Stati Uniti il gruppo dell'Ohio ha realizzato un +4% mentre all'estero è cresciuto dell'1%.

 

Nell'ultimo trimestre, che comprende le festività natalizie il turnover ha sfiorato quota 1,2 miliardi di dollari, in aumento del 15% rispetto a 12 mesi prima  e del 9% a periodi comparabili, per effetto del +11% di Hollister e del +5% di Abercrombie.

 

Per il nuovo anno fiscale è prevista una crescita delle vendite a periodi comparabili sopra il 5%. Gli investimenti programmati ammontano a 130 milioni di dollari, 85 dei quali finalizzati a restyling dei negozi e circa 45 per le tecnologie e lo sviluppo della distribuzione omnicanale. Abercrombie stima inoltre di chiudere 60 punti vendita negli Usa, e di aprirne 21 full-price, metà dei quali all'estero.

 

Poco prima delle 17 italiane le azioni Abercrombie & Fitch salgono del 13% alla Borsa di New York, superando i 24 dollari per azione. L'indice DJIA registra invece un calo dello 0,46% e l'S&P 500 dello 0,31%.

 

stats