Fiscal year

Cucinelli cresce a due cifre e investe sul mercato russo

Il cda di Brunello Cucinelli ha approvato il bilancio 2016: utile ed ebita crescono a doppia cifra e il dividendo sale da 0,13 a 0,16 euro per azione. Per il 2017 è previsto «con un buon grado di certezza» un incremento a doppia cifra di ricavi e marginalità.

 

Nel 2016 il gruppo umbro ha totalizzato 456 milioni di ricavi, in aumento del 10%. L'ebitda normalizzato (esclusi oneri non ricorrenti legati a costi del personale e normalizzato il tax rate) è stato pari a 78,2 milioni (+13%) e l'utile normalizzato è salito a 39,1 milioni (+18,8%).

 

Le stime degli analisti pubblicate da Reuters erano di un ebitda di 76,7 milioni e un utile di 35,8 milioni.

 

A commento dei risultati, l'imprenditore Brunello Cucinelli ha sottolineato che le vendite per la primavera-estate 2017 «stanno andando bene» e che la campagna vendite autunno-inverno 2017/2018 si sta completando «con ottimi risultati».

 

Sulla scia di queste indicazioni, il titolo Brunello Cucinelli sale in Borsa. Intorno alle 11 registra un +1,35% a 21 euro per azione, mentre l'indice Ftse Italia All Share sale dello 0,85%.

 

Nel 2016 sono stati investiti 29,8 milioni di euro, a completamento del progetto quadriennale per il «consolidamento delle fondamenta dell'azienda». Si tratta di 12,3 milioni di investimenti commerciali e di 17,5 milioni destinati a produzione, logistica e IT/digital.

 

All'inizio del 2017 il gruppo ha lanciato due nuovi siti web, uno dedicato al marchio e un altro all'e-commerce (nella foto), prima gestito da Ynap, e ha traslocato a Milano, da via della Spiga al civico 27 di Montenapoleone.  

 

Inoltre è stata avviata la procedura per l'accesso al regime fiscale agevolato previsto dal Patent Box.

 

Il 2 marzo si è concretizzato l'acquisto, per circa 7 milioni di euro, del 62% di Perugia OOO, società a responsabilità limitata di diritto russo che gestisce da tempo una boutique su strada e altri tre store in prestigiosi mall di Mosca. L'operazione permette di convertire il wholesale monomarca in retail monomarca.

 

stats