Fiscal year

Esprit cresce ma sotto le stime

 

Alla Borsa di Hong Kong Esprit Holdings ha chiuso la seduta in calo dell'8,8%. Il gruppo ha appena archiviato l'esercizio fiscale con utili pari a 873 milioni di dollari di Hong Kong, dai 79 milioni di un anno prima, ma gli analisti si attendevano di più.

 

La media degli esperti interpellati da Bloomberg si aspettava, infatti, un utile di 995,8 milioni di dollari di Hong Kong, mentre gli analisti sentiti da Thomson Reuters avevano stimato profitti pari a 1,01 miliardi. Nell'esercizio precedente la performance era stata penalizzata da oneri straordinari, legati alla razionalizzazione della distribuzione, pari a 2,3 miliardi.

 

Nel bilancio archiviato lo scorso 30 giugno, il primo del "Transformation plan", Esprit ha subito un calo dei ricavi del 10,7% a 30,2 miliardi di dollari di Hong Kong (circa 3 miliardi di euro). Nel mercato principale, l'Europa, ha registrato un -11,3%, mentre nella seconda area di riferimento, l'Asia-Pacifico, ha segnato un -4,7%. Negli Usa, dove Esprit ha deciso di chiudere le attività retail, ha accusato un -24,8%.

 

In occasione della pubblicazione dei risultati, il gruppo ha annunciato che da oggi diventa efficace la nomina di Manuel Martinez Gutierrez a nuovo executive director e ceo, al posto di Ronald van Der Vis che, arruolato nel 2009, ha lasciato il gruppo in giugno.

 

stats