Fiscal year

Gianni Versace: +17% i ricavi e +28% l'utile

La Gianni Versace chiude l'esercizio 2013 con un fatturato di 479,2 milioni di euro, in aumento del 17,2%, mentre l’ebitda rettificato per i movimenti in valuta è cresciuto del 59,7% a 71 milioni. Si stima un'accelerazione con il nuovo socio Blackstone.

 

Le vendite nei negozi gestiti direttamente si sono attestate a 267,6 milioni (+19%). Il wholesale ha invece raggiunto i 174,1 milioni (+16,7%). In incremento anche le royalty, a 37,5 milioni (+7,4%), trainate dai profumi (+23,6%) e dagli orologi (+16%).

 

Tra i mercati spiccano quello statunitense (+32% le vendite retail) e l'Asia (+18,5%, con la Greater China che ha messo a segno un +13%). Le vendite retail in Europa sono salite dell'8%.

 

L'utile netto della maison della Medusa è cresciuto del 27,6% a 10,9 milioni di euro. «Anche il 2013 - ha commentato il ceo Gian Giacomo Ferraris - è stato un anno di grande successo, che ha registrato fatturato e utili molto consistenti per il quarto anno consecutivo. Abbiamo avviato il 2014 con grande slancio e ci aspettiamo un ulteriore risultato positivo. La nostra attenzione è focalizzata sulla crescita globale di Versace e dei suoi marchi. Abbiamo in essere strategie specifiche per ognuno di essi, dallo sviluppo di prodotti all'espansione retail e digitale».

 

 

Con il recente ingresso nel capitale del fondo Blackstone (con una quota del 20%), a sostegno di queste strategie sono entrati 210 milioni di euro nelle casse della società.

stats