Fiscal year

Gruppo Zegna: -8% i ricavi e utile più che dimezzato. Segnali di schiarita con Sartori

Numeri con segni meno nel 2016 di Ermenegildo Zegna, definito dal gruppo un anno di consolidamento. Ma nei primi mesi del 2017 la società registra un'inversione del trend, «grazie al gradimento delle collezioni realizzate da Alessandro Sartori» e alla ripresa in Russia e Cina.

 

Il bilancio annuale mostra una flessione dell'8% del fatturato a 1,16 miliardi di euro, mentre l'ebitda è passato da 146 a 125 milioni di euro (-14%). L'utile è diminuito da 45 a 20 milioni.

 

Il 2016 è stato caratterizzato dall'arrivo alla direzione creativa, in febbraio, di Sartori (la sua prima collezione ha debuttato con l'autunno-inverno 2017/2018) e dall'acquisizione della manifattura tessile Bonotto, che ha rafforzato l'offerta e la capacità produttiva.

 

Nell'anno l'azienda del menswear ha anche razionalizzato la rete di monomarca passata da 523 a 513 negozi, di cui 287 gestiti direttamente e 226 in francising/wholesale. Nel 2017 rinnovi e aperture interesseranno Mosca, San Pieteroburgo, Zurigo, Bangkok, Pechino e altre città cinesi.

 

«I risultati del 2016 sono conseguenti a una fase di consolidamento - commenta l'a.d. Gildo Zegna. Nei primi mesi del 2017, infatti, si è registrata una positiva inversione del trend, grazie al gradimento riscontrato dalle collezioni realizzate da Alessandro Sartori e dai positivi risultati delle funzioni che fanno capo al suo ruolo di direttore artistico, oltre che dalla ripresa, soprattutto, dei mercati cinesi, russo, europeo e del travel retail, dove prevediamo un incremento double digit. A ciò si sta affiancando il rafforzamento del management, in particolare nelle aree marketing, merchandising e business development».

 

Importanti indicazioni stanno venendo anche dall’integrazione tra i canali fisici e quelli online. «Dopo il positivo rodaggio sui mercati europei e americano - anticipa il ceo - a breve seguirà l’Asia» (nella foto, Gildo Zegna e Alessanro Sartori all'evento organizzato durante il Salone del Mobile nello store di Milano).

 

stats