Fiscal year

Hermès: utili sopra il miliardo e profit margin da record

Salgono del 13% a 1,1 miliardi di euro i profitti annuali di Hermès, dopo un incremento dei ricavi del 7,5% a 5,2 miliardi. Nonostante il clima di incertezza, il gruppo conferma un «ambizioso» target di crescita a medio termine delle vendite a cambi costanti.

 

Nell'anno il risultato operativo si è attestato a 1,7 miliardi, dai precedenti 1,54. L'operating margin, pari al 32,6% delle vendite, ha raggiunto un massimo storico.

 

Come altri colossi del lusso francese, anche Hermès ha beneficiato di un recupero degli acquisti di bendi di lusso da parte dell'Asia (+7% escluso il Giappone, che ha registrato un +9%), in particolare dalla Cina, e del miglioramento della situazione in Francia (+5%).

 

Nell esercizio la società ha aggiunto 590 nuovi dipendenti al proprio organico, che è arrivato a contare 12.834 addetti, di cui quasi 7.900 in Francia.

 

Poco prima delle 12 il titolo Hermès registra tutavia un calo dello 0,5% alla Borsa di Parigi, passando di mano a 426,20 euro per azione, sostanzialmente in linea con l'indice di riferimento Cac40 (-0,6%).

 

In base a quanto riportato da Reuters, il ceo Axel Dumas in conferenza stampa ha anticipato l'intenzione del gruppo di espandere l'eyewear e di pensare alla cosmesi, anche se non sono previsti sviluppi nel 2017. Sul fronte retail sarebbero in programma tre nuovi store.

 

Nel complesso sono previsti investimenti tra 280 e 300 milioni di euro, dai 285 del 2016 (nella foto, una borsa Hermès autunno-inverno 2017/2018 alle scorse sfilate di Parigi).

 

 

stats