Fiscal year

Inditex: nell'anno 15.800 posti di lavoro e profitti in aumento del 15%

Pone l'accento sulla qualità e l'impegno di tutti i dipendenti, il ceo Pablo Isla, nell'annunciare i risultati in crescita a due cifre del Gruppo Inditex, che nel 2015 ha assunto 15.800 addetti e ha realizzato un incremento negli utili del 15%.

 

L'esercizio è terminato con vendite paria 20,9 miliardi di euro, mentre l'ebitda è aumentato a 4,7 miliardi (+14,6%) e l'ebit a 3,7 miliardi (+15%). I profitti netti si sono attestati a 2,88 miliardi, in linea con le stime degli analisti interpellati da Reuters.

 

Come riporta l'agenzia di stampa Inditex è uno dei titoli del segmento abbigliamento con la valutazione di mercato più alta: è trattato 28,3 volte gli utili annuali contro le 21,7 volte del rivale svedese H&M.

 

In chiusura di bilancio Inditex conta in organico quasi quasi 153mila dipendenti e 7mila negozi (Zara, Bershka, Pull&Bear solo per citare alcuni marchi) che coprono 88 mercati.

 

Nell'esercizio il gruppo del fast fashion ha avviato 330 nuovi negozi in 56 diversi Paesi. Lo store numero 7mila è quello di Honolulu, avviato durante l'ultimo trimestre.

 

In più, grazie all'e-commerce, la società copre 29 mercati. Ed è proprio su questo canale che la società intende investire ulteriormente, mentre pensa di rallentare l'apertura di negozi fisici. La scontrino medio online, come ha riferito lo stesso Isla, è maggiore di quello nei negozi fisici.

 

All'assemblea degli azionisti sarà proposto un dividendo di 0,60 euro per azione in aumento del 15,4% rispetto all'anno prima.

 

stats