Fiscal year

Ratti: +14% i ricavi annuali

Il gruppo serico Ratti archivia il 2012 con un fatturato di 103,4 milioni di euro, in aumento del 14% rispetto all'anno prima e un ebitda passato da 7,6 a 8,7 milioni. Quanto al 2013, si presenta come "un anno dagli esiti ancora incerti".

 

L'ebit dell'esercizio appena concluso si è attestato a 6,4 milioni, dai precedenti 5,4 milioni, e l'utile è stato pari a 4,3 milioni, in calo dai 12,5 milioni del 2011, che però comprendevano proventi derivanti dall'iscrizione di poste anticipate per 8,3 milioni di euro.

 

Il fatturato beneficia del +22% delle proposte uomo, a fronte di un +13% della donna. Il mercato Ue ha registrato un +30%, contro il +2,3% dell'Italia. Situazione invariata negli Usa (-0,4%), lieve crescita in Giappone (+4,5%), mentre gli altri Paesi hanno messo a segno un +24%.

 

Nell'anno il gruppo comasco ha proseguito la strategia di espansione, grazie anche al rafforzamento del commerciale, e ha introdotto nuove risorse in ambito creativo e nello sviluppo prodotto. Secondo il management, sul 2013 gravano fattori di rischio e incertezza interni ma anche esterni al settore, come la stabilità politica, l'andamento dei mercati finanziari e dei consumi.

 

stats