Fiscal year

Risultati annuali "excellents" per Ppr, grazie alla Luxury division

Il Gruppo Ppr ha raggiunto i 9,74 miliardi di giro d'affari annuale, in aumento del 20,8% (+10,6% a periodi comparabili), tenendo conto del nuovo perimetro di consolidamento che, da quando è in atto il piano di trasformazione, si focalizza su lusso e "sport et style de vie".

 

Nel 2012 il risultato operativo del colosso francese guidato da François-Henri Pinault (nella foto) è salito del 19,3% a 1,79 miliardi, superiori al valore di 1,75 miliardi stimati dagli analisti interpellati dall'agenzia Bloomberg. L'utile si è attestato a 1,048 miliardi di euro (+6,3%).

 

Tenendo conto delle due principali divisioni, Sports & Lifestyle ha evidenziato un +11,9% dei ricavi, a 3,53 miliardi, ma un -12% della redditività operativa, scesa a 304,8 milioni, a causa del -13% di Puma (+9,6% gli altri brand in capo alla unit).

 

La Luxury division ha messo a segno un +26,3% del giro d'affari a 6,21 miliardi, somma del +15,8% di Gucci, del +38,5% di Bottega Veneta, del +33,7% di Yves Saint Laurent e del +56,7% della voce "altri brand" (tra questi Stella McCartney, Alexander McQueen e Sergio Rossi, mentre da gennaio 2013 è entrato nel portafoglio Christopher Kane). Il risultato operativo è salito del 27,6% a 1,61 miliardi, dove spicca il +58,9% di Yves Saint Laurent.

 

Il cda intende proporre agli azionisti un dividendo di 3,75 euro per azione, in progresso del 7% rispetto all'anno prima. Il management resta fiducioso sul 2013, per il quale prevede una crescita sostenuta dei ricavi.

 

stats