Fiscal year

Selfridges: l'ebit sale a 180 milioni di sterline (+18%)

Il retailer britannico Selfridges ha totalizzato 180 milioni di sterline di profitti operativi (+18%), nell'esercizio chiuso a fine gennaio, dopo che le vendite sono aumentate a 1,6 miliardi (+16%).

 

Come commentano dalla società, parte di questo trend positivo si spiega con gli investimenti (complessivamente 300 milioni di sterline, come da piano triennale) incentrati principalmente sul rinnovo del department store di Londra e sulla piattaforma digitale del gruppo.

 

Gli stessi investimenti un anno prima avevano pesato sull'ebit: -1,9% la flessione, in chiusura di bilancio.

 

L'incremento nei ricavi risente della componente e-commerce, che nell'esercizio ha toccato inaspettatamente i 200 milioni di sterline.

 

L'insegna sta inoltre migliorando gli store di Birmingham e Manchester, in particolare per quanto riguarda l'abbigliamento, gli accessori, il beauty e la ristorazione.

 

Per la prossima estate nel building londinese sarà completata la nuova Accessories Hall, he diventerà uno dei maggiori spazi al mondo dedicati a questo segmento.

 

Come emerge dai media locali, resta da vedere se il gruppo riuscirà a mantenere questo ritmo di crescita, ora che i consumi interni stanno rallentando per effetto di un aumento dei prezzi.

 

Per la prima volta in più di cinque anni, in settembre l'inflazione ha toccato il 3% mentre l'Office for National Statistics, nello stesso mese, ha rilevato un inatteso calo dello 0,8% delle vendite retail, dopo il rialzo di agosto.

 

stats