Fiscal year

Stefanel: la perdita sale a 25,3 milioni. Ebitda positivo dal 2018

Stefanel - che sta studiando il rilancio con i fondi Attestor Capital e Oxy Capital Italia - chiude il 2016 con una perdita di 25,3 milioni di euro (dai precedenti -7,7 milioni), dopo che l'ebit è risultato negativo per 20,3 milioni (da -4,8 milioni).

 

Nel bilancio, recentemente approvato dal cda, l'ebitda è passato da un valore positivo di 2,1 milioni (che comprendeva proventi non ricorrenti pari a 4,3 milioni) a uno negativo per 12,4 milioni di euro.

 

Nell'anno i ricavi netti sono diminuiti del 14% a 134,1 milioni di euro. Le vendite like for like sono scese del 13%. La business unit Stefanel, in particolare, ha registrato una riduzione del fatturato del 18,7% a 101,6 milioni, mentre la controllata Interfashion ha evidenziato una crescita del 2,7% a 32,5 milioni.

 

L'indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2016 è passato da 82,2 a 84,7 milioni di euro. A fine marzo 2017 è ulteriormente aumentato a 90,8 milioni.

 

Lo scorso marzo Stefanel ha preso accordi con Attestor Capital e Oxy Capital Italia, a tutt'oggi in fase di negoziazione, per la ristrutturazione del debito, il rafforzamento patrimoniale e il rilancio della società, nell'ambito della procedura prevista dalla legge fallimentare.

 

In base al Piano 2016-2022, approvato il 20 aprile 2017, con l'arrivo di nuove risorse finanziarie dall’esterno l'azienda veneta conta di tornare a realizzare un ebitda consolidato positivo e flussi di cassa operativi positivi a partire dall’esercizio 2018.

 

Stimato inoltre un risultato netto positivo per l’esercizio in corso, «per effetto delle componenti derivanti dallo stralcio fornitori e dalla valutazione al fair value della parte di debiti finanziari oggetto di consolido». Dal 2020 il gruppo dovrebbe tornare all'utile, grazie alla gestione ordinaria.

 

stats