Fiscal year

Stefanel: perdita stabile a 7,7 milioni. Alcune società interessate al gruppo

Fatturato annuale in leggero aumento per il Gruppo Stefanel (156,6 milioni, dai precedenti 155,6 milioni), grazie anche a un incremento dell'export (nella foto, uno store recentemente aperto a Dubai). La perdita del gruppo di Ponte di Piave resta invece stabile a 7,7 milioni.

 

Dal bilancio approvato il 29 aprile emerge un -0,4% delle vendite in Italia, un +2,4% nel resto d'Europa e un -13,7% nel resto del mondo. Come sottolineano dall'azienda, il +1,3% della business unit Interfashion ha più che compensato i minori ricavi derivanti dal mancato rinnovo della licenza I'm Isola Marras.

 

Tuttavia, l'ebitda di Stefanel è sceso da 5,7 a 2,1 milioni: un calo che il gruppo spiega con la contrazione del margine industriale lordo e gli effetti negativi del rafforzamento del dollaro nell'ultimo trimestre del 2015. L'ebit 2015 è risultato negativo per 4,8 milioni (dai -3 milioni del 2014).

 

In un anno l'indebitamento finanziario è passato da 72,9 a 82,2 milioni. Ai fini della negoziazione di un nuovo accordo con le banche, il cda di venerdì ha anche approvato il piano industriale 2016/2019.

 

Stefanel ha reso noto di avere avviato, con l'advisor Rothschild, un processo per l'individuazione e strutturazione di possibili operazioni di rafforzamento patrimoniale e finanziario «anche, eventualmente, mediante l'individuazione di potenziali partner».

 

Questo percorso ha condotto «all'individuazione di soggetti di primario standing, alcuni dei quali hanno già fatto pervenire alla società offerte formali allo stato non vincolanti».

 

stats