Fiscal year

Swatch Group: utili in caduta libera (-21%)

Swatch Group accusa un calo dei profitti annuali del 21% a 1,12 miliardi di franchi svizzeri (circa 1 miliardo di euro), mentre i ricavi diminuiscono del 3% a 8,45 miliardi (circa 7,6 miliardi di euro, -0,9% a cambi costanti). Si tratta del primo segno meno a livello di fatturato da sei anni a questa parte.

 

Tra le cause della flessione, il calo della domanda sulla piazza di Hong Kong e il rafforzamento del franco svizzero.

 

I numeri risultano al di sotto delle stime degli analisti sentiti da Reuters che prevedevano per la chiusura dell'esercizio un utile di 1,195 milardi e vendite pari a 8,66 miliardi.

 

Swatch proporrà un dividendo invariato a 7,50 franchi per le azioni al portatore e 1,5 franchi per le nominative.

 

A commento dei risultati, il management ha reso noto che gennaio 2016 ha mostrato un trend positivo, soprattutto nella Cina Mainland. Per il nuovo esercizio prevede una crescita al di sopra del 5% senza l'effetto cambi.

 

Con 18 marchi di orologi all'attivo, Swatch copre tutte le categorie di prezzo, dal lusso di Breguet fino ai colorati segnatempo low cost di Swatch (nella foto un modello disegnato dall'artista olandese Sigrid Calon). Tuttavia si trova a fronteggiare le difficoltà dell'orologeria svizzera: dal calo della domanda cinese (indotto dalla campagna anti-corruzione, cominciata dal governo locale circa tre anni fa) fino ai minori acquisti da parte dei consumatori di Russia e Medio Oriente, strettamente connessi al calo dei prezzi del petrolio.

 

Nel 2015 l'industria dell'orologeria svizzera ha accusato una contrazione dell'export del 3% a 21,5 miliardi di franchi. Il segmento orologi e gioielli nel gruppo Swatch ha registrato un calo del 3% a cambi correnti e dello 0,8% a valute costanti, scendendo a 8,18 miliardi di franchi.

stats